Ciao Giorgia, oggi non sono potuta venire come ti avevo promesso. Ti scrivo con un po’ di tristezza. GRAZIE A TUTTI GLI ACCERTAMENTI CHE MI STANNO FACENDO IN SEGUITO ALLA MIA ASTINENZA DALLE DROGHE, MI HANNO DIAGNOSTICATO UN MALE MOLTO PIÙ GRANDE DI ME.
E ancora è un incognita sapere se si potrà fare qualcosa. Lo dico a te, perché vorrei che pubblicassi in forma anonima il mio scritto.. .
Questo messaggio va a tutti quelli che lo leggeranno e che come me ci sono cascati nel giro delle droghe o sono stati più bravi di me e hanno detto di no. Questo è per dire che da questo brutto giro si può uscire, forza di volontà, autocontrollo, e stima di noi stessi.
Va a quelli che per una volta hanno detto “non ce la faccio più”… non è vero, ce la potete fare! NON LASCIATE CHE LE DROGHE ENTRINO NELLA VOSTRA VITA, piuttosto lasciate entrare Giorgia nella vostra vita, che di vite ne salva tante a sua insaputa, COME HA SALVATO LA MIA FINO A CHE NON SCOPRISSI QUESTO MALE FORSE IRRIMEDIABILE.
LE DROGHE UCCIDONO SUBITO MA ANCHE LENTAMENTE, non solo chi le assume ma anche tutti coloro che stanno accanto a queste persone e che le amano…la droga toglie la vita anche a loro.
A malincuore una piccola battaglia l’ho vinta prima di lasciare tutto e tutti e posso assicurarvi che la vita senza droghe è di gran lunga superiore a qualsiasi fase up di qualsiasi droga. SCEGLIETE LA VITA.
E adesso a te Giorgia, che ti ho ringraziato tante volte ma mai come questa.
Non avrei mai voluto arrivare a questo punto. Ti ho conosciuta troppo tardi.
Ma un ultimo desiderio ce l’ho ancora, e puoi scommetterci che fino a che avrò fiato per respirare non smetterò mai di seguirti e cercare di venirti ad incontrare… in questa o in un’altra vita.
Sei energia pura, vita allo stato puro! Non smettere mai di splendere.
Ti voglio bene
Prima o dopo troverò il coraggio di dirlo anche ai miei familiari promesso…