Ebbene sì, succede anche questo nei miei incontri! Quando ti apri a loro, quando condividi una parte del tuo vissuto, le tue paure, le tue emozioni… quando mostri le tue fragilità e non hai problemi a farlo, quando parli col nodo in gola è normale che se si crei empatia, poi anche loro si lasceranno andare e si apriranno vedendoti come un punto di riferimento, volendoti bene e soffrendo insieme a te perché loro lo percepiscono il dolore… ma quello vero, quello sentito, quello vissuto.
Oggi una ragazza mi ha detto: “vorrei abbracciarti forte forte ma non lo faccio perché ho paura di romperti…” l’ho guardata e le ho sorriso. Non ha capito che con quell’abbraccio non mi stava rompendo ma stava semplicemente aggiustandomi.
Dicono che ogni volta che abbracci qualcuno in modo sincero, guadagni un giorno in più di vita… Sarà per questo che le statistiche di sopravvivenza per un trapiantato le ho strasuperate alla grande? 😃😍🙏🏻
Voi siete la mia forza! ♥️