Il mio regalo più bello?
Eravamo lì, tutti e quattro a ridere e a scherzare… Carlotta ed io prendevamo in giro la mamma per il suo modo buffo di raccontare le cose, papà ci osservava sorridendo, fumando la sua immancabile sigaretta seduto sulla sedia dicendoci con la sua buffa erre moscia: “ragazzeee… lasciate stare la mamma…”
Ad un tratto si alzava, andava nello studio e metteva il suo cd preferito… la sua canzone: “My way”…
Tornava in soggiorno, posava le sue grandi mani sulla mia testa canticchiando la canzone e iniziava a muovere l’altra mano avanti e indietro a ritmo di musica, chiudendo gli occhi.
Carlotta nel frattempo era andata in cucina a preparare le ultime cose… mamma rideva, era felice… caspita quanto era felice!
Ad un tratto mi chiedo: “ma perché dovrei soffermarmi sul fatto che fosse felice? È normale no? È sempre stato così…” poi la nausea mi assale… il risveglio, il ritorno alla realtà…
quanto avrei voluto non svegliarmi più.