KEALAN BURKE MUORE UN ANNO E MEZZO DOPO UN’ OVERDOSE E LA MAMMA THERESA HA DECISO DI MOSTRARE LE FOTO DEL PRIMA E DEL DOPO AI GIOVANI AFFINCHÉ COMPRENDANO LA REALTÀ DELLE DROGHE E DEI DANNI CHE COMPORTANO.

La mamma ha voluto creare una nuova campagna per contrastare l’uso di droghe e alcol.
Il figlio di Theresa Burke Kealan muore a Febbraio 2009, un anno e mezzo dopo aver avuto un overdose da metadone. A 22 anni.

“Mio figlio Kealan ha avuto un’overdose quando aveva 20 anni e un anno e mezzo dopo è morto, di solito parlo con giovani, giro per le scuole, college e club giovanili mostrando le foto prima della sua dipendenza e durante la sua malattia solo per far vedere ai giovani ciò che può succedere quando usi sostanze”.
Theresa ha descritto suo figlio come un “ragazzo adorabile” che amava la musica, l’arte ed era all’Università dell’Ulster per studiare computer.

La mamma ha detto che non aveva idea della reale dipendenza di suo figlio fino a quando dopo la sua overdose gli amici le hanno rivelato la verità dei fatti.
“Era stato un tossicodipendente funzionante per diversi anni”, ha detto.
“Non prendeva eroina o cocaina, usava le benzodiazepine…così i suoi amici mi avevano detto: non ne sapevo nulla, le ricette erano facili da ottenere, tutto ciò andava avanti da parecchio tempo prima che me ne rendessi conto.

Theresa ha detto che suo figlio ha preso una bottiglia di metadone liquido nell’ottobre del 2007 quando aveva 20 anni, si sdraiò e non si rialzò più. Trascorse alcune settimane nell’ospedale di Coleraine prima di essere trasferito all’unità di Musgrave per il danno al cervello.
Ma lei disse che non c’era nulla che potesse essere fatto per salvare suo figlio.
Trascorse sei mesi a Musgrave prima di trasferirsi in una casa di cura a Garvagh, ma morì purtroppo nel febbraio 2009, una settimana dopo il suo 22 ° compleanno.
“Era straziante”, ha detto.
“All’inizio eravamo molto addolorati, da madre sapevo che se n’era andato dal secondo giorno, sapevo che non avrebbe più parlato, quindi la maggior parte del nostro dolore l’abbiamo vissuto nei primi mesi. La morte è stata una benedizione per lui e per noi “.

Theresa ha detto che suo figlio era bravo a nascondere la sua dipendenza, ma ha detto di essere consapevole che fumasse cannabis dall’età di 18 anni e ha detto che questo l’ha portato all’ecstasy e ad altri farmaci.
“L’ho scoperto solo dopo la sua overdose”, ha detto.
“Sapevo che stava fumando, era ovvio… lo shock più grande è stato quando è stato sorpreso a comprare l’ecstasy, pensavo che stesse solo fumando per scoprire poi che era stato sorpreso a comprare ecstasy ed è stato portato in tribunale…è stato uno shock”.

Dalla morte del figlio, Theresa ha usato la tragedia della famiglia per cercare di aiutare altri giovani, avvertirli sui pericoli della droga.
Ha voluto usare le immagini di suo figlio prima dell’overdose, in contrasto con quelli di lui in ospedale e dei video di lui dopo l’ overdose. Theresa ha detto che l’ha fatto per aumentare la consapevolezza dei pericoli della droga nei giovani.

“Voglio fargli vedere che c’è una reale possibilità che possano finire così: a letto in ospedale con i tubi che ti escono da tutto il corpo.” ha detto.
“Le foto, e in particolare i video, lo mostrano durante le ultime settimane della sua vita, è piuttosto terrificante da guardare, la maggior parte dei suoi amici non è riuscita a vederlo e non è stato in grado di fargli visita dopo averlo visto in quel modo.”

Theresa ha dichiarato di voler fare questa nuova campagna video poiché crede che educare i bambini sia la misura più importante che possa essere presa.
“Credo che i bambini debbano essere istruiti su cosa potrebbe accadergli, quali pericoli ci sono con le droghe”, ha aggiunto.
“Se siamo in grado di limitare la domanda, anche l’offerta dovrebbe essere abbandonata: la guerra alla droga sta peggiorando sempre di più, specialmente i farmaci da prescrizione, è diventata più accettabile.
“Abbiamo bisogno di portare questo messaggio ai giovani per evitare che ciò che è accaduto a Kealan possa succedere anche a loro”.
https://www.belfastlive.co.uk/news/belfast-news/mum-backs-drug-misuse-campaign-14383960