è nata a Milano il 27 luglio 1982, si è diplomata in lingue è laureata in scienze della formazione primaria all’università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con la tesi  psicologia della famiglia “relazioni e comportamenti a rischio in adolescenza”(110 e lode)

Dopo che nel 1999 è stata miracolosamente salvata da un trapianto di fegato  per aver assunto una piccola quantità di ecstasy, ha deciso di trasformare la sua esperienza in una lezione di vita, informando e parlando ai ragazzi dei rischi legati all’ assunzione di droghe.

Inizialmente con il padre e ora da sola ,da più di 10 anni, svolge un’attività di prevenzione raccontandosi nelle scuole perché il suo errore possa evitare quello di qualcun’altro, per dare ai giovanissimi quella giusta informazione che lei non ha avuto.

Il forte impatto mediatico che ha avuto la sua storia l’ha portata negli anni ad essere ospite in parecchi programmi televisivi come Matrix, Verissimo, Studio Aperto, Anno zero, Maurizio Costanzo show, Uno mattina, Racconti di vita, più volte ospite a Pomeriggio 5, Mattino 5 nel 2012 intervistata a Domenica In e a la 7 nel programma Cristina Parodi live e nel 2013 ospite con uno stupendo servizio a Le Iene e ultimamente su rai3 nel programma Presa Diretta, Funamboli di Alessandro Milan,Forum condotto da Barbara Palombelli, intervistata ad Uno Mattina da Franco Del Mare e Giancarlo Magalli a I Fatti Vostri a Rai2 e tanti altri (Rai1, Rai2, Rai3, Rete4, Canale5, Italia 1, Raisat 2000, RetaA,Telecity è più di una decina di reti private) cercata anche dai programmi radiofonici (Radio 24 Alessandro Milan “28 minuti” Barbara Palombelli, Radio Costanzo “Questa casa non è un albergo”, Radio 007 “droghe sintetiche”, Radio gioventù, RSI radio svizzera  rete3 “baobab sotto tiro”, RSI radio svizzera rete1 “mille voci” intervista di Mirella de Paris in “diventare adulti di botto e molte altre trasmissioni ) inoltre la sua storia è spunto di riflessione nel libro “Non sprecate” di Antonio Galdo.

Nel 2008 è stata invitata come testimonial ad inaugurare con la sua storia il portale on line del Ministero della Gioventù, guidato da Giorgia Meloni.(http://www.gioventu.it/)

Ormai davvero numerosissime le scuole e i comuni di vari regioni d’Italia che richiedono un suo intervento e, non riuscendo purtroppo ad accontentare proprio tutti,e per far arrivare il messaggio a quanti più giovani possibili,ha deciso di scrivere un libro in collaborazione con Renzo Agasso dal titolo “Vuoi trasgredire?Non farti!” Edito da San Paolo, presentato nel 2010 al Bobino club di milano

(Locale milanese molto conosciuto,che il suo proprietario è orgoglioso di ritenere drug-free),con il patrocinio del ministero della Gioventù, presentato da Fabiola de Clercq (presidentessa ABA) e Alessandro Milan(Radio24) e con il prof.Luciano de Carlis e il prof. Andrea de Gasperi , i medici che l’hanno seguita, 2 luminari in campo medico e dei trapianti.

 

Nel 2010 dopo essersi laureata in “relazioni e comportamenti a rischio in adolescenza” ha iniziato a tenere incontri serali con i genitori, perché ha capito quanto fosse importante dare le corrette informazioni,anche agli adulti, ma soprattutto, che si potesse creare un ‘occasione dove il confronto e lo scambio, possano essere le basi per una crescita del soggetto che vi partecipa.

 

È stata invitata a Geometrie sonore (Repubblica di San Marino) e Atreju nel 2010, alla festa del partito democratico di Arenzano nel 2011, a tenere una conferenza per la Giunta del Castello di Domagnano con udienza dei capitani reggenti (Repubblica di San Marino).

Ha partecipato al Wefree di San Patrignano nel 2012 e agli incontri del progetto di prevenzione Wefree nel 2013 e nel 2015 sempre per Sampa al forumio

Ha tenuto conferenze sponsorizzate dalla Confcommercio per le scuole di Verona , per l’AVIS di Terni , per l’AIDO, ha partecipato a incontri con Don Mazzi, Andrea Muccioli e Marco Confortola nel 2013 è stata relatrice assieme a Gherardo Colombo, Riccardo Gatti e Alessandro Calderoni al workshop “ScelgoIO” al centro congressi della provincia di Milano presentato da Paola Brodoloni, presidente di Cuore e Parole Onlus ed è protagonista di numerose iniziative anche a livello internazionale.

Difatti ,anche la giunta di castello Domagnano, (Repubblica di San Marino) con il Patrocinio della Segreteria di stato per la cultura, l’università e l’associazione Musicale Bluesmobile, in collaborazione con le Scuole Medie Inferiori politiche Giovanili e della segreteria di stato per la sanità e la sicurezza sociale, previdenza, famiglia e affari sociali, pari opportunità, ha promosso nel 2011 un iniziativa volta alla sensibilizzazione dei giovani sul problema della droga, nella convinzione che l’azione pratica sia la più efficace.

Nel maggio 2012 è stata per la prima volta invitata  in Svizzera all’ incontro organizzato da Anna Caldelari e Carmela Fiorini (con il sostegno di Soroptimist International Bellinzona e Valli e la Fondazione Damiano Tamagni) con i ragazzi delle scuole medie di Giubiasco,e alla conferenza pubblica nel aula magna delle scuole nord di Bellinzona ,anticipata dalla presentazione del libro presso la libreria Taborelli di Bellinzona.

Sempre nel 2012 è stata poi relatrice al congresso “L’antigrido i volti della sofferenza giovanile” tenutosi alla clinica Santa Croce di Orsellina (CH) e nel 2013 ha sostenuto una conferenza nell’aula magna della scuola di Barbengo (Lugano)

Nel 2014 in un incontro con 900 studenti  organizzato dal LIONS Club di Prato è stata insignita della più alta carica di onorificenza (Melvin Jones Fellow) nel mondo all interno della fondazione internazionale LIONS.

Nel 2015 ha iniziato una collaborazione con lo psicologo Dott. Angelo Aparo, coordinatore e fondatore del progetto “Gruppo della trasgressione” che dal 1997 all’interno delle carceri di Opera, Bollate e San Vittore, svolge un attività’ di recupero del condannato attraverso delle sedute di gruppo settimanali, tra carcerati, psicologi e tirocinanti che attuano un percorso di riabilitazione personale attraverso l’esternazione di diverse problematiche sociali e personali per poi poter incontrare le scuole di Milano e dintorni per svolgere un ruolo di prevenzione verso il bullismo e i comportamenti devianti. Sempre nel 2015 con il CIOFS di Livorno ha iniziato a svolgere incontri educativi e formativi per insegnanti, educatori e formatori del settore che hanno a che fare con gli adolescenti, per confrontarsi sul tema “Accompagnare i giovani verso l’ adultita’ “.

A giugno 2015 in concomitanza con l’evento EXPOP realizzato dall’associazione “vivaio” il progetto di Giorgia “Re-Starting Milano” è entrato a far parte dei 14 progetti scelti per rendere  Milano una città migliore.

Il progetto è stato presentato pubblicamente a “Palazzo Reale”, al Vivaio Riva e nel nuovo Palazzo della Regione Lombardia.

Si vuole proporre una nuova materia scolastica tra quelle delle medie e delle superiori, “Educare alla vita”. L’obiettivo, è quello di fornire alle nuove generazioni, gli strumenti necessari per acquisire una maggiore  autoefficacia, autostima e fiducia in se stessi.  La leva del progetto consiste nel potenziare le abilità cognitive, emotive e relazionali di ogni individuo in difficoltà, trasformando il problema da nemico da sconfiggere in occasione di crescita, attraverso modalità di reazione ottimali.

Dopo i tragici avvenimenti dell’estate 2015, come la morte di un giovane adolescente per uso di MDMA, Giorgia ha organizzato insieme al gruppo Cocoricò (il locale italiano più famoso al mondo)

la prima serata di prevenzione ed informazione contro l’uso delle sostanze stupefacenti in una discoteca…creando così, un evento senza precedenti,seguito da reti televisive nazionali e non,e con 80.000 visualizzazioni durante la diretta streaming sul canale Cocoricò su YouTube.

Un evento, dove vi è stata la partecipazione di molteplici realtà,quindi per la prima volta si è vista la collaborazione tra il mondo della notte e del divertimento con quello delle  istituzioni e con coloro che lavorano nel campo della prevenzione alle droghe.

Nel 2015 ha scritto per una rubrica all’ interno del periodico mensile “Ben Essere”, dove  tematiche relative alle dipendenze e alle problematiche giovanili spesso riscontrate nel periodo di crescita verso l’adultità, affinché famiglie riescano a sentirsi supportate, informate e di conseguenza più vicine ai propri figli e alle loro esigenze adolescenziali.Inoltre, questa rubrica è stata fatta anche per i giovani, affinché possano avere una corretta informazione sulle sostanze stupefacenti, ma soprattutto possano comunicare con Giorgia aprendosi e parlando delle proprie problematiche sentendosi così appoggiati e trovando in lei una valida guida per una crescita sana ed equilibrata.

Nell’ottobre del 2015 ha ricevuto il premio “libertà Parmigiana” (un importante premio di Parma già assegnato tra l’altro alla premio Nobel per la pace Shirin Ebadi) per essere la principale testimonial Italiana della lotta alla droga.

Sempre nel 2015 ha stretto una collaborazione con il SILB, voluta fortemente dal presidente nazionale Maurizio Pasca per poter riportare i giovani ad un divertimento sano, tramite la creazione di  campagne di informazione e prevenzione all interno dei locali da ballo e collaborando con le istituzioni per creare una rete collaborativa che coinvolga forze dell’ordine, gestori dei locali, associazioni e sindacati; con l’idea che tutti uniti si possa fare davvero qualcosa di concreto…. Da qui nasce l’idea insieme all’On Giorgia Meloni e l’On Carlo Fidanza di redarre una nuova proposta di legge che dia gli strumenti necessari ai gestori dei locali per poter contrastare l’uso e lo spaccio delle sostanze nelle discoteche.

A fine 2015 la decisione di trasformare la sua storia e il suo operato in un docufilm “Giorgia Vive”, che va a toccare varie tematiche sociali, tra le quali la pericolosità delle droghe, anche con una singola assunzione, l’importanza della donazione degli organi, il valore della famiglia e dell’amore ed inoltre il saper trarre da un evento critico e negativo qualcosa di positivo per se stessi ma soprattutto per gli altri… “Non è importante come cadi, ma come ti rialzi”.

A gennaio 2016 ha ricevuto il premio Maestro Fardo,riconoscimento alla virtù civica e alla solidarietà promosso da Legambiente Avis e Admo.

Il 13 giugno 2016 il docufilm “Giorgia Vive” viene presentato al Film Festival di Taormina e vince il premio “Cariddi della città di Taormina”

Mentre il 25 giugno 2015 durante il festival Città della Musica di Squinzano le viene assegnato il premio “Vigna d’Argento” consegnatole direttamente da sua eccellenza il questore di Lecce Claudio Palomba per il suo grande impegno sociale volto a salvare i giovani e a renderli più consapevoli  sui reali rischi e danni che comportano le droghe.

Nel gennaio 2017 ha ricevuto nella 25^ edizione del premio Sicilia il “il premio mediterraneo per la vita 2017” ritirato nella città di Ispica. Sempre a gennaio a Trinitapoli ha partecipato ad un evento organizzato da Gerardo Russo con Michele Placido.

Ad Aprile 2017 a Cerignola al teatro Mercadante ha partecipato all’evento “Salviamoci la Pelle” una campagna di sensibilizzazione, con Michele Placido ed il campione continentale dei pesi medi Emanuele Blandamura.

A maggio, Giorgia è stata in Corte di Cassazione a parlare alle istituzioni, autorità e a Ministri per il progetto legalità promosso dall’Associazione Nazionale Magistrati.

A giugno 2017 le è stato conferito il Premio “Paul Harris Fellow”, la massima onorificenza rotariana.

Il 13 giugno 2017 ha partecipato al 5 Appuntamento Mondiale Giovani della Pace a Padova, incontrando 50.000 persone con Simona Atzori, Rosaria ed Emanuele Schifani, Max Laudadio, Sammy Basso, Zia Caterina ed Ernesto Olivero.

Da settembre 2015 a maggio 2016 ha incontrato 85.000 persone tra giovani e adulti.

A tutt’oggi ha tenuto più di 2000 incontri parlando con centinaia di migliaia di ragazzi in tutta Italia, ai quali si sono aggiunti molti ragazzi della Svizzera italiana ed il suo libro è stato tradotto in varie lingue e distribuito in molti paesi d’ Europa.