Purtroppo poi, ci sono anche queste realtà… Se un figlio non vuole disintossicarsi, i genitori assistono impotenti alla distruzione di se stesso.. Quanto dolore… Questa madre credetemi le ha provate tutte…sono anni che combatte con tutte le sue forze…

“Mia piccola adorata amica, anche quest’anno mio figlio non sarà con me a Natale, ha scelto di rimanere in carcere invece della comunità, sento che questo mio fallimento ci ucciderà, perchè se lui non potrà salvarsi, la nostra vita non avrà alcun senso, mio figlio sta’ pagando in carcere il fallimento di una classe politica che non vuol comprendere che la tossicodipendenza e’ una grave malattia che il malato difficilmente ammette, pertanto per evitare questo olocausto, si dovrebbero obbligare questi ragazzi a cure coatti, avremmo sicuramente un mondo migliore meno morti il sabato sera, meno malati di psicosi, meno morti di overdose, Giorgia diffondi questo messaggio della mia impotenza dall’estenuante battaglia di una madre che sta assistendo all’eutanasia di suo figlio . Aiutami ti supplico!