Questa lettera va a me stessa…
a me che, ogni volta che piango e qualcuno mi chiede cosa sia successo, mi limito a dire che mi bruciano gli occhi. Va a me…
A me, che cerco di sorridere anche quando sembra impossibile, alla mia fottuta sensibilità che mi fotte nel vero senso della parola, perché fa approfittare gli altri di me.
Va a me, al mio essere troppo buona e spudoratamente generosa. Va a me che quando cado trovo sempre la forza di rialzarmi, a me che guardo intorno e vedo tante, tantissime luci, una città colorata… ma poi mi guardo intorno e vedo sorrisi spenti.
Questa lettera va a me, ai miei sorrisi, alle mie lacrime sprecate, alle mie grida, ai miei momenti di pazzie, ai miei momenti noiosi, semplicemente a me stessa. Va a me, che quando devo aiutare gli altri sono un’esperta e quando devo aiutare me stessa, non sono neanche una dilettante.
A me, che faccio l’indifferente e poi dopo piango, a me che quando mi trovo sola mi sento ansiosa perché i miei pensieri mi occupano la mente.
A me che sono stata delusa, a me…
Una me che molte volte non riesco ad accettare, ma con la quale sto imparando a convivere…
Mi vedo… ad un passo dalla voglia di essere presente a me stessa, ai miei sogni.
Ora mi sento persa dentro mille pensieri e parole, ma un giorno tutte queste vite che sto vivendo, tutto questo dolore, quest’angoscia, questa fatica, mi daranno ragione…. In fondo tutto il mio vissuto è parte di ciò che sono diventata e di ciò che sarò…
#scegliti #abbicuradisplendere #trasformaglieventinegativiinqualcosadipositivo #amati #imomentidifficiliservonoarendertipiùforte #giorgiabenusiglio