Questo messaggio è un meraviglioso esempio di ciò che dico: io do tanto di me stessa a chi mi ascolta ma donandomi in realtà ricevo in cambio molto di più, in primis amore… Amore incondizionato verso chi in fondo non si conosce… a mio avviso così dovremmo vivere tutti…
Spero davvero col cuore di poter essere un esempio per i ragazzi che incontro e che capiscano che è così bello donarsi agli altri, emozionarsi, soffrire con loro… insomma in una parola essere empatici… quando questa appartiene all’essere umano egli si eleva, diventa decisamente una persona migliore, sicuramente più vicina nel comprendere il vero significato della vita stessa che non sta nelle cose effimere, ma nei legami che si costruiscono, nel fare del bene, nel dare più che ricevere in tutte le sue forme…

Hei Giorgia, dopo il tuo ultimo post li sento in dovere di scriverti. Non sono brava a scrivere nemmeno un briciolo di quanto lo sia tu, ma ci provo lo stesso. Volevo innanzitutto ringraziarti… perchè oltre ad essere una splendida persona sei anche un essere umano prezioso. Sono stata ad un incontro che la mia scuola ha organizzato, quello di …. Un paesino fra tanti, ma davvero, hai portato la luce tra noi studenti. Hai fatto colpo subito su di me. La tua voglia di vivere, di continuare a credere in te stessa e di cercare di non far cadere altre persone nella tua stessa situazione. Molti non l’avrebbero fatto, dopo ciò che ti è successo avrebbero pensato a loro stessi, a continuare a vivere bene. Tu invece ti spacchi in quattro per farci capire che il tuo è stato un errore che non va ripetuto, un errore che mette in repentaglio la vita, non solo un divertimento di una serata. Voglio riprendere una frase che hai scritto, sotto ad un tuo post. Tu pensi sempre agli altri, questo solo un cieco non lo capirebbe, dovresti davvero pensare a te stessa. Con questo non voglio dire di smettere di fare incontri, semplicemente dovresti ritagliarti molto più tempo per te stessa e per chi ami. Certo, magari detto da una ragazzina di quindici anni, che di vita non ne sa quasi nulla, potrebbe sembrare un consiglio stupido. Non ti conosco bene, non so su cosa sia basata la tua vita, la tua routine, ma sentivo il bisogno di dirti queste parole, i miei pensieri. Sei davvero una stupenda persona. Questi non vogliono essere futili complimenti, quelli li ricevi tutti i giorni. Vogliono essere delle parole che ti entrano dentro, che d’ora in poi faranno parte di te. Non devono essere dei complimenti che fanno solamente sorridere, ma devono essere la convinzione di te stessa, di ciò che tu sei. Concludo con il ringraziarti nuovamente, magari non leggerai questi messaggi, so che a volte mi dilungo fin troppo. Coraggio e baci, G.