Oggi ero a Isernia e ho incontrato l’ISIS Cuoco-Manuppello. È stata una splendida mattinata, direi che concludere gli incontri del 2016 con loro è stato veramente appagante.
300 splendide anime hanno ascoltato e poi interagito per quasi 3 ore… Tra le tante domande una ragazza mi ha chiesto se non ci fossero momenti in cui fare questi incontri, ripercorrere il dolore quotidianamente non mi pesasse…

Le ho risposto con estrema sincerità, spesso, soprattutto nei momenti di difficoltà vorrei evitare di fare questi incontri… Ma mio papà mi ha insegnato che soprattutto nei momenti difficili bisogna tirare fuori le palle, tenere duro e portare avanti ciò in cui si crede…

Seguo quindi il consiglio che ormai è dentro di me e puntualmente sono felice di aver fatto quella scelta perchè ad ogni incontro è vero che dono tanto di me ma è altrettanto vero che ricevo tantissimo…esco da quell’incontro arricchita umanamente, più forte grazie ad ogni singola domanda, ogni sguardo di curiosità, di interesse, ad ogni lacrima versata, ad ogni abbraccio ricevuto…ancora più consapevole di quanto la vita sia meravigliosa se ci si dona l’uno all’altro perchè c’è un filo invisibile che ci collega tutti quanti.